CIAO, SONO ANNA!

Fin da piccola ho sempre sognato di aiutare le persone, volevo fare il medico!

Crescendo la mia strada è cambiata, mi sono laureata in Economia e per diversi anni mi sono dedicata a questo settore.

Il mio corpo però stava cercando di inviare dei segnali che inizialmente ho provato ad ignorare, fino a quando sono diventati inequivocabili. Ascoltandoli sempre di più e sempre meglio ho capito che dovevo cambiare qualcosa della mia vita, qualcosa che non mi faceva stare bene, che non mi permetteva di esprimere ciò che realmente ero.

Mi sono dovuta fermare.

E riflettere su me stessa, su ciò che volevo fare e dove volevo andare.

Quella non era la mia strada, non stavo aiutando le persone come da piccola avrei desiderato fare.

Ed ho deciso.

Ho terminato il lavoro che stavo facendo e mi sono rimessa a studiare, questa volta qualcosa che realmente mi piaceva, che sentivo più vicino al mio essere.

Ho frequentato un scuola biennale e sono diventata operatrice olistica, imparando diverse tecniche per lavorare sul corpo, sulla mente e con l’energia. Ho iniziato anche a praticare il Tai Chi Chuan e tecniche orientali come Reiki Usui, tuttavia mi sono accorta che serviva altro. Mi sono quindi avvicinata alla Naturopatia, e dopo altri 3 anni di studio e sacrifici ho imparato come si utilizzano le erbe, i colori, i fiori di Bach, ho scoperto vari metodi di rilassamento, la meditazione, il respiro e tanti altri trattamenti che non vedevo l’ora di utilizzare.

Spinta dalla convinzione che il corpo è una macchina perfetta fatta per muoversi, quasi naturalmente mi sono avvicinata alla ginnastica posturale.

Nel corso delle lezioni che tenevo e tengo tutt’ora nel mio studio, mi sono accorta che le tecniche corporee che insegnavo erano tutte parti di un unico approccio, e che tutto quello che ho imparato durante il mio percorso poteva essere fuso in un’unica esperienza per adattarsi di volta in volta alle esigenze di ciascun praticante.

Ecco come è nato BMbalance.

Frutto di studio, ricerca, sperimentazione continua.

E mi sono resa conto che in fondo, il desiderio che avevo da bambina di aiutare le persone, potevo esprimerlo così, a modo mio.